Vero help reinvent 'the wheel' Vero help reinvent 'the wheel' Vero help reinvent 'the wheel' Vero help reinvent 'the wheel'Vero help reinvent 'the wheel'Vero help reinvent 'the wheel'

PDFIl CAD/CAM di Vero per il Luxury Fitness

La ditta Lamiflex, di Ponte Nossa, in provincia di Bergamo, è una realtà importante sul territorio e da oltre trent’anni si occupa della lavorazione di materiali compositi. Ha iniziato la sua produzione nel 1976 introducendo un concetto rivoluzionario nel processo di fabbricazione dei nastri flessibili per telai. Sono stati trent’anni di continua evoluzione per arrivare ai giorni nostri dove attualmente opera in diversi settori, dal meccanotessile, all’areonautico, al medicale, l’industriale e il design. Tra i suoi prodotti si possono annoverare canaline a basso peso per impianti di controllo della pressurizzazione e condizione ambientale dei velivoli, rulli e cilindri per il settore packaging, realizzazione di lettini porta paziente per macchine di diagnosi ai raggi X, ruote dentate per il movimento dei nastri dei telai tessili, applicazioni di nicchia nel mondo dello sport e dell’arredo-design.

"Introducendo il software Vero in azienda abbiamo cambiato e migliorato i nostri processi produttivi. Il nostro collo di bottiglia era la mancanza di un software CAM. Il nuovo software ha snellito i processi, il tempo di lavorazione è diminuito ed è aumentata di conseguenza la produttività.”

Federico Carrara Castelli, Direttore Tecnico R&D

Il prodotto
Nel 2009 la LAMIFLEX ha avviato un nuovo progetto nell’ambito del luxury fitness, una stationary bike dal vestito in carbonio e dal carattere unico, che unisce essenzialità estetica e tecnologia, la Ciclotte.
La Ciclotte è sia un’oggetto di design che uno strumento di fitness ed è stata concepita da Luca Schieppati, giovane designer Italiano che ha riunito in un unico e particolare oggetto le esigenze di design, di svago, di relax e di esercizio fisico.
“Abbiamo impiegato il software della Vero per la progettazione e la lavorazione di parti degli stampi che abbiamo utilizzato per realizzare alcuni componenti in carbonio della Ciclotte” spiega il Signor Federico Carrara Castelli, Direttore tecnico R&D e project leader di Ciclotte.

La situazione precedente
“Precedentemente in Ditta avevamo un software parametrico che trovavamo abbastanza complesso da utilizzare, e quindi ci siamo sempre più orientati verso un prodotto di più semplice utilizzo, ma allo stesso tempo versatile per le nostre esigenze di progetto. Inoltre al momento non avevamo soluzioni CAM e quindi non riuscivamo in maniera immediata a trasformare le informazioni in percorsi utensile, che venivano di solito realizzati a bordo macchina.” Continua Carrara.

La scelta
“Questi fattori, uniti al fatto che volevamo dotarci di un prodotto CAM che non avevamo, ci hanno fatto scegliere per la soluzione VISI. La soluzione VISI, aveva i requisiti adatti alle nostre richieste tecniche e ci ha sorpreso piacevolmente con un un equo rapporto tra qualità/prezzo. – conclude Carrara.
“Attulamente possediamo più licenze di VISI Analysis e Modelling per quanto riguarda il CAD, ed utilizziamo il pacchetto Compass per il CAM 2D e VISI Machining 5 assi. – dice l’Ing. Marco Perani Responsabile della Progettazione CAD e Sistemi Informativi.

“Come già precedentemente detto, abbiamo utilizzato il software Vero per la realizzazione delle parti degli stampi che sono serviti per realizzare le parti in composito della Ciclotte ed in particolare lo stampo della ruota in carbonio e dell’impugnatura. Sempre con il software Vero abbiamo realizzato tutte le dime di controllo dei componenti sia in accettazione che durante il controllo finale. Possiamo totalizzare un centinaio di ore di utilizzo del software per realizzare i particolari sopra elencati.” – continua Perani
“Nel caso Ciclotte le parti sono state stampate con processo di impregnazione. La fibra di carbonio asciutta è stata impregnata di resina epossilica e laminata sullo stampo, cioè stesa sulla superficie dello stampo. Il prodotto risultante è stato poi inserito in un sacco sottovuoto e posizionato all’interno dell’autoclave per il processo di polimerizzazione. Si è passati poi alla successiva fase di fresatura e lavorazione dei pezzi fino ad ottenere la precisione richiesta.” – conclude Perani.

I miglioramenti
“In azienda abbiamo diversi macchinari tra cui un centro di lavoro a controllo numerico a 5 assi sulla quale abbiamo impiegato il CAM e devo dire che siamo stati piacevolmente stupiti dalla potenzialità del pacchetto che è andato ben oltre le nostre aspettative. Adesso creiamo i percosi utensile a computer, li verifichiamo, eventualmente li modifichiamo, e li carichiamo direttamente in macchina evitando errori ed imprecisioni. Tramite la simulazione cinematica verifichiamo il percorso a priori e preveniamo eventuali errori agendo di conseguenza.” – riferisce Carrara.
“Abbiamo trovato il software Vero di facile utilizzo e più veloce rispetto a quello precedente. Introducendo il software Vero in azienda abbiamo cambiato e migliorato i nostri processi produttivi. Il nostro collo di bottiglia era la mancanza di un software CAM. Il nuovo software ha snellito i processi, il tempo di lavorazione è diminuito ed è aumentata di conseguenza la produttività. - continua Carrara.

 

Azienda:

Nome:Lamiflex S.p.A.
Web: www.lamiflex.it

 

Benefici:

  • Facilità di apprendimento del software e buona disponibilità dei tutor durante i corsi ad approfondire i vari concetti
  • Buon rapporto tra qualità/prezzo
  • Velocizzazione delle operazioni e risoluzione del nostro collo di bottiglia, adottando la soluzione CAM
  • Risparmio di tempo e conseguente aumento della produttività
 
Commenti:

 

"Avendo aggiornato il nostro parco macchine un anno e mezzo fa con un secondo centro di lavoro 5 assi, per il momento non prevediamo ampliamenti a breve termine. Siccome però siamo un’azieda che ricerca e propone al cliente prodotti innovativi, spesso rivoluzionari, sempre all’avanguardia - come infatti recita la nostra “mission”, ci teniamo costantemente informati sulle varie tecnologie e soluzioni che il mercato offre e quindi siamo sempre in contatto con la Vero per essere aggiornati sui nuovi prodotti.”

Federico Carrara Castelli
Direttore Tecnico R&D e project leader di Ciclotte

 

Precedente  |  Prossimo